Anas per il Sisma 2016

Soggetto Attuatore per il ripristino della viabilità nei territori interessati dagli eventi sismici 2016
(ex OCDPC 408/2016 - Art.4)

home_4_def

Anas per il Sisma 2016

Soggetto Attuatore per il ripristino della viabilità nei territori interessati dagli eventi sismici 2016
(ex OCDPC 408/2016 - Art.4)

home_3

Anas per il Sisma 2016

Soggetto Attuatore per il ripristino della viabilità nei territori interessati dagli eventi sismici 2016
(ex OCDPC 408/2016 - Art.4)

home_2_def

Anas per il Sisma 2016

Soggetto Attuatore per il ripristino della viabilità nei territori interessati dagli eventi sismici 2016
(ex OCDPC 408/2016 - Art.4)

home_1

Il ripristino della viabilità nei territori interessati dagli eventi sismici a partire dal 2016 è il nostro obiettivo in qualità di Soggetto Attuatore di Protezione Civile e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Dall’inizio dell’emergenza abbiamo effettuato oltre 1.800 ispezioni tecniche rilevando la necessità di oltre 1.670 interventi per superare criticità di diversa natura e priorità, per un valore totale di oltre 1 miliardo di euro, suddivisi in più stralci di intervento, a cui stiamo dando attuazione in maniera incrementale di concerto con gli enti locali.

La rete stradale colpita dal sisma è particolarmente estesa e danneggiata in maniera rilevante e diffusa. Complessivamente è interessata una superficie di 7.600 kmq che comprende 4 Regioni, 10 Provincie, 140 Comuni e oltre 1770 centri abitati, per una rete stradale di 15.300 km, dei quali 11.000 km di competenza comunale.

#Anasperlaricostruzione #TerremotoCentroItalia

News

Top News
  • Trasmesso agli Enti Interessati il VI stralcio approvato dal MIT
  • Riaperta al traffico la SP119 “Tallacano” dal Km. 0+750 al Km. 8+637 con limitazione di velocità pari a 30 Km/h
  • Riaperta al traffico la la SP20 “Colle” con limitazione di velocità di 30 Km/h nel tratto dal Km. 0+000 al Km. 5+000 e di 50 Km/h dal Km. 5+000 al Km. 9+341
  • Riaperta al traffico la SP129 “Trisungo – Tufo”, dal Km. 4+600 al Km. 7+200
  • Risanati i viadotti di svincolo sulla SS4 “Salaria” danneggiati dagli eventi sismici tra agosto 2016 e febbraio 2017
page-mappa

Trasmesso agli Enti Interessati il VI stralcio approvato dal MIT                                                                                                                                                                           

8 Novembre 2019
page-piano

Riaperta al traffico la SP119 “Tallacano” dal Km. 0+750 al Km. 8+637 con limitazione di velocità pari a 30 Km/h                                                                   

4 Novembre 2019
page-piano

Riaperta al traffico la la SP20 “Colle” con limitazione di velocità di 30 Km/h nel tratto dal Km. 0+000 al Km. 5+00.......

4 Novembre 2019

Focus

SS685 “delle Tre Valli Umbre”

Dal 22 febbraio 2019 il transito sull’itinerario stradale Norcia-Arquata del Tronto è consentito senza alcuna limitazione di orario a tutte le autovetture e ai veicoli fino a 3,5 tonnellate.

Strade Provinciali

La SP 477 (tratto I) – SP477 (tratto II) – in collegamento con la SS685 nel Comune di Norcia – Versante Umbro;

La SP89 – SP34 – SP477 (tratto III) – in collegamento con la SS4 nel Comune di Arquata del Tronto – Versante Marchigiano di Ascoli Piceno;

La SP64 – SP129 – in collegamento con la SS4 nel Comune di Arquata del Tronto – Versante Marchigiano di Ascoli Piceno;

La SP134 – SP136 – in collegamento con la SP209 nel Comune di Visso – Versante Marchigiano di Macerata

Nel dettaglio, per ogni itinerario si illustrano le criticità rilevate durante la redazione del Piano Sisma e lo stato di attuazione degli interventi programmati per la loro risoluzione.

Ex SS209 “Valnerina”

La SP 209 della Valnerina realizza il collegamento tra le Regioni Marche e Umbria, unendo i Comuni di Visso, Ussita e Castel Sant’Angelo del Maceratese al Comune di Spoleto nel Perugino.

A seguito degli eventi sismici del mese di agosto e ottobre del 2016, la vallata nella quale ha sede la provinciale è stata fortemente segnata da una frequenza considerevole di crolli indotti.