I paesi di Ussita, Visso e Castelsantangelo sul Nera, in provincia di Macerata, sono stati tra i più colpiti dalle scosse di ottobre 2016. In tutta l’area ci sono stati numerosi crolli e la viabilità di collegamento tra i tre centri abitati e le zone limitrofe è stata gravemente danneggiata. Lungo l’itinerario si sono verificati fenomeni franosi, caduta di massi, scoscendimenti della sede stradale. Il ripristino della viabilità a Ussita, Visso e Castelsantangelo sul Nera consentirà la ripresa delle attività economiche e sociali di queste comunità fortemente connesse tra loro e con la vicina Umbria.

 

Interventi sulla SP 130 Ussita-Castelsantangelo e la SP 130/1 Braccio Frontignano

Sulla S.P. 130 Ussita-Castelsantangelo è previsto un progetto di importo complessivo stimato pari 7.8 milioni di euro, necessari a superare 11 rilevanti criticità di consolidamento del corpo stradale e di stabilizzazione dei versanti. Per l’intervento è stata convocata la Conferenza dei Servizi decisoria l’11/06/2018 e sono in fase di valutazione le prescrizioni emerse in tale sede con l’obiettivo di procedere con l’avvio delle procedure di appalto dei lavori entro il mese di settembre 2018. Per l’attuazione dell’intervento sulla SP 130/1 – Braccio di Frontignano, di importo lavori stimato pari a 300 mila euro, si prevede di convocare la conferenza dei servizi entro la prima metà del mese di settembre 2018.

Interventi sulla SP 135 “Visso-Ussita”

Sulla SP 135 Visso-Ussita sono stati programmati 2 progetti, di importo complessivo pari 15,2 milioni di euro di lavori, necessari a superare 21 rilevanti criticità di consolidamento del corpo stradale e di stabilizzazione dei versanti. Sedici interventi, aggregati in un appalto del valore di 10,2 milioni di euro, sono in fase di realizzazione; l’ultimazione dei lavori è prevista entro il mese di novembre 2018.

Per altri cinque interventi di stabilizzazione dei versanti e installazione di barriere paramassi tra il km 2+500 e il km 5+600 circa, di importo stimato pari 5 milioni di euro di investimento, è stata indetta la Conferenza dei Servizi decisoria con seduta il 14/12/2017. Il progetto esecutivo per appalto degli interventi è stato approvato e sono in corso le procedure di affidamento dei lavori.

Interventi sulle SP 66 “Macereto” e SP 66/2 “Braccio Casali di Ussita”

Gli interventi previsti sulla SP 66 “Macereto”, di importo pari a 1,1 milioni di euro, risultano attualmente in fase di realizzazione. Per gli interventi programmati sulla SP 66/2 “Braccio Casali di Ussita”, per un investimento stimato di 14,5 milioni di euro, si sono conclusi, con esito favorevole, i lavori della Conferenza dei Servizi con determina del 29/12/2017; il progetto esecutivo è stato approvato ed attualmente sono in corso, come previsto da legge, le procedure di verifica delle offerte anomale propedeutiche all’affidamento dei lavori.

 

Interventi sulla SP 136 “Pian Perduto”

Tra agosto 2016 e gennaio 2017 il sisma ha causato danni profondi sulla strada provinciale 136 “di Pian Perduto” compromettendo la stabilità della carreggiata per un’estensione di oltre 9 km e causando l’instabilità geologica dei versanti a monte della strada. Nello specifico, sono state rilevate 15 criticità tutte inseriti nel primo stralcio del programma di ripristino. Gli interventi di ripristino e messa in sicurezza sono stati aggregati in 4 progetti con 4 imprese specializzate che hanno lavorato in contemporanea.

I lavori riguardano, in particolare, il consolidamento del corpo stradale, la stabilizzazione dei versanti e il ripristino delle opere di protezione, per un valore complessivo di investimento pari a 14,4 milioni di euro, di cui 8,8 milioni di lavori appaltati. L’esecuzione di questi lavori è fortemente condizionata dal meteo e dalle temperature che, in questa zona, consentono la regolare esecuzione di gran parte delle lavorazioni soltanto tra marzo e ottobre. Per questo gli interventi sono stati ripartiti tra quattro imprese che hanno lavorato in parallelo.

Di questi 4 appalti, 3 sono ultimati mentre 1 è in corso di completamento. Complessivamente sono già stati ripristinati oltre 8 dei 9 km totali, mentre i restanti tratti, inferiori a 1 km saranno completati prima della stagione estiva 2020.

I lavori di primo ripristino eseguiti da Anas hanno comunque consentito di aprire al traffico la strada durante le stagioni estive. Questa soluzione, condivisa con tutti gli Enti locali e con il territorio, pur obbligando a sospensioni temporanee dei lavori per la realizzazione degli interventi con conseguente allungamento dei tempi di ultimazione, ha consentito di garantire i collegamenti dei centri abitati e delle aree di interesse turistico.

 

Il programma di ripristino della viabilità

Anas è il soggetto attuatore del Programma di ripristino e messa in sicurezza della viabilità interessata dagli eventi sismici, che ha uno sviluppo complessivo di circa 15.300 km, di cui circa 11.000 di competenza Comunale. Considerata la diffusione e la complessità del danno rilevato sulla rete, il Programma procede per stralci successivi a seconda delle priorità. Ad oggi sono stati composti 5 stralci che prevedono complessivamente 940 interventi per un importo di investimento complessivo di circa 900 milioni di euro.

I primi due stralci del programma riguardano 506 interventi prioritari per circa 475 milioni di euro. Di questi, Anas ha progettato e appaltato lavori per il 95% dell’importo dell’investimento previsto, utili a risolvere 451 criticità, per un investimento di circa 450 milioni di euro. Ad oggi sono in corso, in avvio o ultimati lavori per la realizzazione di 392 interventi per un importo di circa 406 milioni di euro pari al 85% dell’investimento previsto.

 

 

Interventi sulla SP 134

Sulla SP 134 sono previsti importanti interventi di stabilizzazione dei versanti e di ripristino del corpo stradale attuati dalla Provincia di Macerata, per un importo di circa 9 milioni di euro. Per gli interventi, articolati in 3 lotti funzionali, per due lotti è stata effettuata la consegna dei lavori, mentre per uno sono in corso le verifiche amministrative prima della consegna dei lavori.

 

 

Torna al Focus itinerari